giovedì 26 febbraio 2015

Qui Londra...a te Ameri !





Essere venuto a vivere a Londra mi ha donato nuovamente lo stimolo di riprendere questo mio blog che trascuravo da due anni, qui voglio scrivere informazioni utili per chiunque fosse interessato a lasciare quel merdoso paese Italia e trasferirsi in England, perchè il mio sogno utopistico è che in Italia rimangano solo i politici ed i pensionati così voglio vedere chi sfrutteranno ancora col lavoro nero o senza stipendio ed a chi ruberanno; sto qui con mia figlia che è venuta 4 mesi prima di me e con la mia compagna Anna Maria.

Si dice che il paradiso in terra non esiste ma ho la spudoratezza di affermare che chiunque sia vissuto o viva nell'inferno italiano Londra é il paradiso anche se penso lo sarebbe anche il Burkina Faso o la Siria in fiamme; dunque, l'impressione che si riceve arrivati qui é che la città corre, ma é un correre ordinato, le cose sono organizzate alla perfezione e qui sto riscoprendo il piacere di sentirsi un cittadino rispettato e con diritti.

Dunque la prima cosa da fare è avere un indirizzo perchè senza non si può proseguire con le pratiche per essere in regola, noi abbiamo fatto così: abbiamo prenotato una stanza tramite il sito AirBnB per 4 giorni ed abbiamo speso questo tempo per trovarne un'altra almeno per 4/6 mesi, nel nostro caso 6 mesi, il consiglio che vi do e non cercate camere o case da privati perchè la sòla é al 99% sicura, rivolgetevi alle agenzie immobiliari, Londra ne è piena, non temete per la commissione che é £100 a persona non come in Italia che chiedono un mese di affitto, può essere utile consultare anche i siti Zoopla e RightMove ma sempre e solo annunci pubblicati da agenzie.

Naturalmente il costo varia secondo la zona, Londra è strutturata in 9 zone concentriche più ti avvicini al centro zona 1 più costano, però più ti allontani dal centro più costano i trasporti che a Londra sono una spesa non indifferente, più avanti vi fornirò le informazioni necessarie, chiedere solo camere "all bills included" perchè altrimenti dovrete pagarvi luce, gas, acqua, connessione Wi-Fi e soprattutto la Council Tax che é come la nostra IMU ma qui ti menano con la croce di castagno, quindi una volta che avete individuato la zona dove abiterete recatevi alle agenzie in loco, possibilmente se vi scegliete la camera di AirBnB nella stessa zona eviterete i trasporti.

Noi l'abbiamo trovata per £700 mensili (due persone) tutto incluso ma se cerchi bene puoi anche sfangarla con £450/550 (due persone), per trovarla ci abbiamo impiegato 2 giorni..semplice no ? Evitate London East, le case costano molto meno ma la zona è poco tranquilla soprattutto la notte.

Dovrete essere forniti di un numero di cellulare inglese ma non è un problema, con GiffGaff la sim è gratuita basta ordinarla sul sito, se lo farete con una settimana di anticipo dalla vostra venuta chiedete a quello che vi ospita se potete dare il suo recapito per farvela spedire lì, così quando arriverete basterà attivarla, vengono offerti diversi pacchetti noi abbiamo optato per quello da £12 al mese: 500 minuti chiamate in UK - SMS illimitati - 3GB internet - chiamate illimitate tra clienti GiffGaff.

Quindi per un riepilogo dei costi iniziali: 4 giorni la stanza, noi l'abbiamo trovata a £33 al giorno, un mese di affitto anticipato, un mese di deposito, £100 a testa di commissione all'agenzia, £12 telefono.
 

°/° segue






venerdì 23 marzo 2012

Coraggio Barbara !



"Siamo un Paese che ha sempre detestato i bambini, li ha sfruttati fino a pochi anni fa, tuttora non attribuiamo loro alcuna volontà, eppure ci dichiariamo commossi a ogni piccolo o grande dramma offerto dalla cronaca nera"

La giornalista Palombelli in cerca di solidarietà come moglie !

mercoledì 21 marzo 2012

I pesci volanti della Padania


Mi é arrivata questa foto su facebook, è esilarante e drammatica...il trota non è capace nemmeno a copiare.




lunedì 19 marzo 2012

Vertice sindacati per modifica art.18


Bonanni, Angeletti e Camusso segretari dei sindacati CISL, UIL e CGIL dichiarano "Stiamo lavorando"; beh, a 60 anni era ora !

Ora capisco perchè le riunioni collegiali le chiamano "vertici"; a punta entrano meglio.